Written by Pina  /  On Apr 03, 2019

BENESSERE E SOSTENIBILITÀ NEL RECUPERO EDILIZIO

Pubblicato da “Legislazione Tecnica” all’interno della Collana “Costruire Disponibile”, esce il primo libro dell’Arch. Donatella Wallnofer scritto in collaborazione con il Dott. Silvano Tramonte

Prezzo riservato ai Soci INBAR con lo sconto del 25% reperibile alla pagina ltshop.legislazionetecnica.it

Sorgenti inquinanti e fattori di rischio per la salute – Scelte progettuali per la mitigazione delle criticità sanitarie – Valutazione dell’edificio nel suo contesto di prossimità – Criteri e strategie per il progetto di riuso e recupero edilizio – Intervento edilizio e rigenerazione dell’ambiente costruito – Relazioni tra l’edificio, il territorio e il paesaggio – Criteri ambientali minimi per l’interno, l’edificio ed il territorio

Serie COSTRUIRE SOSTENIBILE
Direttore scientifico: Alessandro Rogora

Gli interventi di rigenerazione urbana e di recupero edilizio rappresentano l’occasione per una trasformazione sostenibile che abbia come elemento centrale il benessere dell’uomo. Questo cambio di paradigma che dall’edificio (sostenibile, efficiente, a energia zero) torna a focalizzarsi sull’uomo (come animale sociale sano e felice) rappresenta la peculiarità e il contributo centrale del libro.
Se consideriamo la miriade di protocolli, sistemi di etichettatura ambientale degli edifici, norme e procedure cui il progetto deve rispondere, esiste il rischio di perdere di vista i veri obiettivi, che dovrebbero necessariamente tornare ad essere focalizzati sull’utente. Questa visione “antropocentrica” del progetto porta il progettista a riflettere sugli effetti diretti e indiretti delle proprie scelte.
Se da un lato esistono considerazioni di grande respiro che non possono essere eluse e priorità che non possono essere rimandate – come per esempio la riduzione del consumo di suolo e la salvaguardia ambientale – dall’altro occorre non dimenticare che la qualità degli ambienti edilizi e urbani dipende dagli effetti di trasformazione minuta derivanti dall’attività diffusa di professionisti che operano in silenzio, spesso ai margini del dibattito architettonico, ma che sono interpreti e artefici di tali cambiamenti.
Proprio a questi progettisti si rivolge il presente lavoro, che tenta una sintesi degli indirizzi e mira a fornire strumenti di visione e di aiuto alla progettazione per chi opera professionalmente nell’ambiente costruito, valorizzando il benessere dell’uomo e la salubrità e bellezza dell’edificio nel suo contesto di prossimità.

COMUNICATO STAMPA

Categories NOTIZIE
Share This Post
  • 443
DIEGO FUSARO: INTERVISTA
PROGETTO IN TANZANIA

No Comments