Written by Pina  /  On Mar 22, 2019

Nomina del comune di Messina al Presidente Anna Carulli nella commissione di Valutazioni d’incidenza ambientale

MESSINA. Dopo due “false partenze”, arrivano le nomine per la commissione di valutazione d’incidenza, l’organo collegiale, con valore consultivo (ma non condizionante) che vaglierà sull’impatto ambientale delle nuove richieste di costruzione. Prima di oggi, erano stati emessi due avvisi pubblici non andati a buon fine, “per alcune modifiche ritenute necessarie, è considerata l’esigenza di avere un numero di stanze sufficienti ad assicurare una scelta adeguatamente ponderata per ogni singolo profilo professionale richiesto”, hanno spiegato dal Comune.

Oggi sono stati scelti i sette membri. Chi ne farà parte? L’ingegnere ambientale (esperto in analisi e valutazioni d’impatto e incidenza) è Salvatore Zaccaro, amministratore unico della società d’ingegneria Ph3 engineering, che si è occupato di messa in sicurezza di discariche e siti pericolosi in giro per mezza Sicilia, e al curriculum ha allegato oltre cinquanta incarichi conferiti da privati ed amministrazioni comunali.

L’architetto (esperto in analisi e valutazioni floristico-vegetazionali d’impatto e incidenza) è Anna Carulli, presidente nazionale di Inbar (l’istituto nazionale di bioarchitettura), consigliera dell’ordine degli architetti di Messina (di cui è stata vicepresidentessa nel 2017) e vincitrice del riconoscimento “Donna del Marmo 2017” consegnatole a Verona. E’ stata docente di vari master all’Università.

Il biologo (specialista esperto in analisi e valutazioni ecosistemiche, d’impatto, ed incidenza) è Paolo Donato, attualmente ricercatore per l’azienda farmaceutica Glaxo Smith Klein (e precedentemente per la Novartis), si è occupato di vaccini. Possiede un dottorato in microbiologia.

La geologa (specialista esperto in analisi e valutazioni su geositi ed evidenze geomorfologiche, e corso di studio di indirizzo ecologico ambientale) è Simona Malerba, laureata a Messina in Scienze naturali (con tesi sulla valutazione ambientale del settore trasportistico messinese) e in Gestione dei rischi territoriali e abilitata a Palermo. Collabora col dipartimento di Protezione civile del comune di Messina in virtù della convenzione firmata nel 2017 tra Palazzo Zanca e l’ordine regionale dei geologi.

L’ agronomo (esperto in analisi e valutazioni floristico-vegetazionali d’impatto e incidenza) è Giuseppe Ristagno, per cinque anni consigliere d’amministrazione dell’Ato 5 di Messina, nel territorio delle isole Eolie, e per dieci anni responsabile provinciale dell’Agea, agenzia per le erogazioni in agricoltura della regione Siciliana. E’ stato docente universitario per insegnamento integrativo, ed è consulente tecnico d’ufficio per tribunale, procura e corte d’appello.

Il naturalista (esperto in analisi e valutazioni faunistiche d’impatto e incidenza) è Fabio Famà, laureato in giurisprudenza, avvocato amministrativista, delegato del sindaco della Città metropolitana Cateno De Luca in seno all’assemblea dei soci della Srr, e componente della commissione tecnica regionale con funzione di supporto per le istruttorie per tutte le autorizzazioni ambientali di competenza regionale.

L’agrotecnico laureato (esperto in analisi e valutazioni floristico-vegetazionali d’impatto e incidenza) è Sebastian Triolo, neolaureato (è del 1991) “alla ricerca di attività professionali”, scrive nel curriculum.

Scelti anche i sette membri supplenti: Pietro Sturniolo, Alessandra Sorrenti, Cinzia Di Salvo, Maria helena Italiano, Anna Dominici, Francesca Abate, Attilio Interdonato.

I membri delle commissioni vengono pagati a gettone di presenza. In origine, quando cioè nel 2006 il comune di Messina si dotò della prima commissione per le valutazioni d’incidenza, erano previsti cinque membri (ingegnere, architetto, agronomo, biologo e geologo): a questi si è aggiunto prima il naturalista (nel 2015) e quindi l’Agrotecnico laureato.

Categories ISTITUTO NOTIZIE
Share This Post
  • 354
INCONTRO SUL “MANIFESTO PER LA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE INTEGRATA”
DIEGO FUSARO: INTERVISTA

No Comments