Written by Pina  /  On Nov 14, 2017

STRATEGIE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO SOSTENIBILE

Grande successo al Convegno tenutosi a Napoli il 13 ottobre 2017

PROGETTO ABITARE VERDE – Ecocompatibilità ambientale
STRATEGIE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO SOSTENIBILE
Proposte e prospettive per l’Area dei Campi Flegrei

La sezione di Napoli dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura promuove, dal 1993, ricerche e sperimentazioni progettuali che coniugano il tema della Sostenibilità ambientale con l’esigenza di fruizione turistica e del tempo libero di territori ricchi di risorse naturali e culturali. Dal 1998 sono stati pubblicati numerosi studi condotti da ricercatori della nostra Associazione che hanno riguardato analisi conoscitive e proposte progettuali di territori da riqualificare attraverso le pratiche della bioarchitettura e della sostenibilità ambientale. Tra queste pubblicazioni,citiamo alcune che riguardano l’area dei CAMPI FLEGREI: “La progettazione degli Ecomusei, ricerche ed esperienze a confronto,” a cura di Francesca Muzzillo, ESI, Napoli, 1998; “Recupero ambientale del lago Patria, una straordinaria risorsa in abbandono”, a cura di Virginia Gangemi, Luciano editore, Napoli 2007;“Abitare le spiagge, Progettare spazi ed attrezzature per la sostenibilità ambientale”, a cura di Francesca Capobianco, Luciano editore, Napoli, 2008.
In occasione del Convegno, è stato illustrato uno studio condotto da Carla Langella e Paola Lembo, al fine di attrezzare il territorio dei Campi Flegrei che potrebbe essere fruito sia da un turismo di massa, incanalato troppo spesso in itinerari convenzionali, sia da un turismo più sensibile e colto. Pertanto l’obiettivo primario di questo Convegno risiede nel duplice intento di individuare (attraverso una analisi conoscitiva approfondita) ed allestire 12 itinerari turistici sostenibili, attraverso una prima sperimentazione-pilota. Altrettanto importante è avviare un confronto fra diversi soggetti, promotori di iniziative e protagonisti di cambiamenti significativi, già in atto nell’area, proponendo un primo momento di ascolto, al fine di sensibilizzare gli amministratori locali e l’imprenditoria turistica che, da un salto di qualità del territorio, può trarre innumerevoli benefici per uno sviluppo sostenibile. La celebrazione promossa dalla Assemblea Generale delle Nazioni Unite del 2017 come “Anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo” appare per queste ricerche una coincidenza foriera di concrete prospettive favorevoli. Un ulteriore segnale importante, che testimonia l’interesse e l’attualità di questa tematica, è rappresentato dalla decisione assunta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri del Governo italiano, che ha approvato, su proposta del Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, la “Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile”, che offre un quadro di riferimento comune all’Italia su una visione di sviluppo orientata alla sostenibilità. In particolare il tema dello sviluppo turistico è considerato trainante per la crescita delle economie del Mezzogiorno d’Italia, come dimostra anche il dibattito sviluppato all’interno di un Convegno, organizzato da Legambiente a Bari, il 22 e 23 settembre scorso, nel quale sono stati affrontati alcuni temi fondamentali, relativi all’opportunità di valorizzare le identità locali, attrezzare i territori per combattere il fenomeno della destagionalizzazione, proporre nuovi modelli per la fruizione dei Beni culturali. In ogni caso, il ricorso frequente all’ormai abusato termine “sostenibilità” richiede una precisazione di fondo: non si trasferisce in un luogo la sostenibilità come valore aggiunto, come un intervento del tutto nuovo, dal momento che in ogni territorio, in misura maggiore o minore, sono già presenti piccoli o grandi tasselli di aree in cui la sostenibilità è già visibile, attraverso la presenza di straordinarie risorse naturali e paesaggistiche, preesistenze archeologiche ed architettoniche, attrezzature e servizi di qualità, da riconoscere e valorizzare utilizzando analisi conoscitive approfondite.

Categories Napoli NOTIZIE
Share This Post
  • 420
AGRIGENTO, FIRMA PROTOCOLLO INTESA ORDINE DEGLI ARCHITETTI E INBAR
BANDO FORMAZIONE SICILIA

No Comments