Istituto Nazionale di Bioarchitettura®
Cerca

STOP GAS, LIVE BETTER Suggerimenti progettuali per migliorare la qualità abitativa

L’IIstituto Nazionale di Bioarchitettura presenta due eventi in collaborazione con Daikin Italy, con il patrocinio di Ordini, Fondazioni e Collegi Professionali, CONSULTE REGIONALI su tutto il territorio nazionale. STOP GAS, LIVE BETTER. Suggerimenti progettuali per migliorare la qualità abitativa il mercato immobiliare in ambito residenziale avanza una richiesta esplicita, edifici che siano espressione di un […]

Data:

13 Novembre 2022

Tempo di lettura:

1193 parole - 10 min

STOP GAS, LIVE BETTER Suggerimenti progettuali per migliorare la qualità abitativa

L’IIstituto Nazionale di Bioarchitettura presenta due eventi in collaborazione con Daikin Italy, con il patrocinio di Ordini, Fondazioni e Collegi Professionali, CONSULTE REGIONALI su tutto il territorio nazionale.

STOP GAS, LIVE BETTER. Suggerimenti progettuali per migliorare la qualità abitativa

il mercato immobiliare in ambito residenziale avanza una richiesta esplicita, edifici che siano espressione di un così definito “abitare arricchito”. Ci sono infatti 3,4 milioni di famiglie interessate a migliorare la propria condizione abitativa (fonte Nomisma 2022). Per rispondere a questa domanda sociale, “no gas, live better” non è solamente una soluzione legata all’impiantisca, ma diventa un momento d’ispirazione per i professionisti della progettazione, che potranno trovare indicazioni e suggerimenti nelle presentazioni dei relatori dell’Istituto Nazionale Bioarchitettura e del partner tecnico dell’INBAR all’evento.
La componente biologica e quella psicologica, la sfera emotiva e quella relazionale, i processi di strutturazione sociale, le dinamiche di costruzione del sé, le variabili macro-economiche, le preferenze individuali di consumo, l’azione delle politiche: tutte queste componenti sono rilevanti nel definire il campo dell’abitare.
L’abitare non è un oggetto, ma un processo. Come tale, esso non è statico, ma si sviluppa nel tempo e nello spazio.I processi di modernizzazione hanno portato a una riduzione del significato di abitare in senso oggettuale e a una sostanziale convergenza tra abitare e abitazione. Questo ha fatto sì che la questione abitativa fosse tematizzata quasi esclusivamente in termini di fabbisogno di case. La casa è stata fatta oggetto di riflessione tecnica e scientifica e ad essa sono stati applicati i principi del razionalismo universalistico tipici della modernità. La titolarità della produzione di case è stata delegata a saperi esperti, in base a una rigida suddivisione delle competenze corrispondente a definizioni burocratico-disciplinari.
Nell’economia di mercato l’alloggio è divenuto un bene come un altro, un prodotto di consumo, che (ove non fornito dallo stato) deve essere reperito sul mercato, acquistato e mantenuto attraverso il denaro (Paquot, 2007). Il paradigma dell’abitante moderno è di conseguenza forgiato sul modello del consumatore (di prodotti abitativi), o dell’utente (di servizi abitativi).A questa visione oggettuale e tecnicista si può contrapporre una nozione di abitare come processo, cioè un insieme di pratiche continuamente agite dagli individui, un lavoro umano che è fatto di azioni ma anche di relazioni.
Le aziende hanno bisogno di una chiara strategia di protezione del clima e neutralità carbonica. Ciò implica la riduzione delle emissioni di CO2,evitandole ove possibile, e la compensazione di quelle residue con progetti di protezione del clima.
La concentrazione complessiva di CO2 nell’atmosfera determina l’effetto serra. Pertanto è necessario ridurre la CO2 nella massima misura possibile. Per le aziende è utile formulare degli obiettivi chiari a tal fine, nonché è necessario pianificare e implementare le misure necessarie. Il nostro consiglio è sempre quello di affidarsi a basi scientifiche, prendendo come riferimento la Science Based Target Initiative (SBTi), ad esempio, e di puntare anche su una strategia Net Zero.

  • 16 NOVEMBRE 2022 – ROMA – ore 16.00
  • 22 NOVEMBRE 2022 – MILANO – ore 16.00

ROMA:
Programma
16:00 Saluti istituzionali
16:10 introduzione: scegliere l’energia elettrica per vivere meglio. Soluzioni alternative al gas
a cura del moderatore Riccardo Fiorina

16:15 Abitare arricchito: dalla committenza la nuova domanda sociale per il mercato residenziale
Progettare pensando alla qualità dell’abitare
La risposta della bioarchitettura
Relatrici: arch. Anna Carulli Presidente Nazionale INBAR
arch. Carla Calvino Consigliere Nazionale Responsabile Area Centro

17:15 Inquinamento indoor e IAQ (Indoor Air Quality)
Classi e tipologie d’inquinamento
Impiantistica e sistemi di progettazione integrati
Relatore: arch. Francesco Parisi, Socio Sezione di Roma, Ufficio Studi INBAR

18:15 Stop al gas per vivere meglio
Politiche decarbon
Sostituire il gas con l’elettrico, riducendo i consumi e la spesa: soluzioni ad alta efficienza energetica
Soluzioni impiantistiche per edifici residenziali di piccole e medie dimensioni
Impatto acustico: affrontare il problema e risolverlo
Relatore: ing. Giuseppe Manchisi

19.30 Dibattito

20.00 Conclusione e aperitivo

CREDITI FORMATIVI: 4 CFP architetti – 4 CFP geometri
16 NOVEMBRE 2022 – ore 16.00
Anantara Palazzo Naiadi hotel – piazza della Repubblica, 48-49 a Roma
parcheggio più vicino: Stephenson via del Viminale 3 (fuori dalla zona ZTL)
iscrizioni: www.h25.it/roma

MILANO:
https://www.architettilombardia.com/pagine/stop_gas_live_better_suggerimenti_progettuali_per_migliorare_la_qualita_abitativa_a_milano.asp

STOP GAS, LIVE BETTER. Suggerimenti progettuali per migliorare la qualità abitativa.
CREDITI FORMATIVI: 4 CFP architetti – 4 CFP geometri
22 NOVEMBRE 2022 – ore 16.00
Le Village by CA, in corso di Porta Romana, 61 a Milano
(fermata Metro 3 Crocetta – 10 minuti a piedi dal Duomo)
iscrizioni: www.h25.it/milano

Programma

16:00 Saluti istituzionali geom. Marco Caserio – Collegio Geometri Milano

16:10 introduzione: scegliere l’energia elettrica per vivere meglio. Soluzioni alternative al gas

a cura del moderatore Riccardo Fiorina

16:15 Abitare arricchito: dalla committenza la nuova domanda sociale per il mercato residenziale

Progettare pensando alla qualità dell’abitare
La risposta della bioarchitettura
Relatrici: arch. Anna Carulli Presidente Nazionale INBAR
arch. Raffaella Patrone Consigliere Nazionale Responsabile Area Nord

17:15 Inquinamento indoor e IAQ (Indoor Air Quality)

Classi e tipologie d’inquinamento
Impiantistica e sistemi di progettazione integrati
Relatori: arch. Giorgio Origlia, Consigliere Socio Sezione di Milano
ing. Giancarlo Cerveglieri, Docente CAM e Esperto INBAR

18:15 Stop al gas per vivere meglio

Politiche decarbon
Sostituire il gas con l’elettrico, riducendo i consumi e la spesa: soluzioni ad alta efficienza energetica
Soluzioni impiantistiche per edifici residenziali di piccole e medie dimensioni
Impatto acustico: affrontare il problema e risolverlo
Relatore: ing. Diego Bosco

19.30 Dibattito

20.00 Conclusione e aperitivo

link per l’accesso al webinar del 22 NOVEMBRE 2022

L’iscrizione al link https://www.h25.it/milanoweb da l’accesso e la registrazione per l’accreditamento.

A cura di

Questa pagina è gestita da
Istituto Nazionale di Bioarchitettura
INBAR
Autore
INBAR

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

21 Novembre 2022 10:18