Istituto Nazionale di Bioarchitettura®
Cerca

LA RETE NATURA 2000 E LE AREE PROTETTE

 21/05/2022   10:30-12:30

30° Anniversario Rete Natura 2000 a Floresta30 ANNI DI RETE NATURA 2000Natura 2000 è il principale strumento della politica dell'Unione [...]

Argomenti
Tags
LA RETE NATURA 2000 E LE AREE PROTETTE
LA RETE NATURA 2000 E LE AREE PROTETTE

Descrizione evento

30° Anniversario Rete Natura 2000 a Floresta30 ANNI DI RETE NATURA 2000
Natura 2000 è il principale strumento della politica dell’Unione Europea
per la conservazione della biodiversità. Si tratta di una rete ecologica diffusa su tutto il territorio dell’Unione, istituita ai sensi della Direttiva 92/43/CEE “Habitat” per garantire il mantenimento a lungo termine degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati o rari a livello comunitario.
La rete Natura 2000 è costituita dai Siti di Interesse Comunitario (SIC), identificati dagli Stati Membri secondo quanto stabilito dalla Direttiva Habitat, che vengono successivamente designati quali Zone Speciali di Conservazione (ZSC), e comprende anche le Zone di Protezione Speciale (ZPS) istituite ai sensi della Direttiva 2009/147/CE “Uccelli” concernente la conservazione degli uccelli selvatici.
Le aree che compongono la rete Natura 2000 non sono riserve rigidamente protette dove le attività umane sono escluse; la Direttiva Habitat intende garantire la protezione della natura tenendo anche “conto delle esigenze economiche, sociali e culturali, nonché delle particolarità regionali e locali” (Art. 2). Soggetti privati possono essere proprietari dei siti Natura 2000, assicurandone una gestione sostenibile sia dal punto di vista ecologico che economico.
La Direttiva riconosce il valore di tutte quelle aree nelle quali la secolare presenza dell’uomo e delle sue attività tradizionali ha permesso il mantenimento di un equilibrio tra attività antropiche e natura. Alle aree agricole, per esempio, sono legate numerose specie animali e vegetali ormai rare e minacciate per la cui sopravvivenza è necessaria la prosecuzione e la valorizzazione delle attività tradizionali, come il pascolo o l’agricoltura non intensiva. Nello stesso titolo della Direttiva viene specificato l’obiettivo di conservare non solo gli habitat naturali ma anche quelli seminaturali (come le aree ad agricoltura tradizionale, i boschi utilizzati, i pascoli, ecc.).
Un altro elemento innovativo è il riconoscimento dell’importanza di alcuni elementi del paesaggio che svolgono un ruolo di connessione per la flora e la fauna selvatiche (art.10). Gli Stati membri sono invitati a mantenere o all’occorrenza sviluppare tali elementi per migliorare la coerenza ecologica della rete Natura 2000. In Italia, i SIC, le ZSC e le ZPS coprono complessivamente circa il 19% del territorio terrestre nazionale e più del 13% di quello marino. L’Associazione per lo Sviluppo Sostenibile e Centro di Educazione Ambientale di Messina (AssoCEA Messina APS) ha ottenuto, dal competente Ufficio dell’Unione Europea, l’autorizzazione all’utilizzo del Logo Ufficiale ed è promotrice e partner di una serie di eventi per la ricorrenza del trentennale di tale fondamentale tappa di tutela ambientale. Gli eventi programmati per la celebrazione dei 30 anni della Direttiva 92/43/CEE “Habitat” (recepita dal Governo Italiano con il D.P.R. n. 357/1997 recentemente modificato ed integrato dal D.P.R. n. 120/2003) si svilupperanno secondo un calendario che sarà reso noto nei prossimi giorni e si concluderanno a Floresta Sabato 21 maggio 2022, al Palazzo Landro Scalisi Via Vittorio Emanuele 93, con il Seminario Scientifico finale e con la possibilità dell’annullo filatelico dalle ore 8:30 alle ore 14:30 della cartolina celebrativa

PROGRAMMA

Per registrarsi:https://forms.gle/iWUBvK6TiwqXCoeTA

Luogo

Palazzo Landro Scalisi

Via Vittorio Emanuele, 93 - 98030
Floresta

Ulteriori dettagli

Ultimo aggiornamento

10 Maggio 2022 12:40